* Dubbi o informazioni?

Clicca qui per inviare un messaggio alla scuola o per chiedere qualsiasi informazione, oppure chiama il numero 335.6284820 o scrivici un messaggio WhatsApp o Telegram.
Se vuoi leggere le domande più frequenti relative alla scuola, clicca qui.

* Info sull'utente

 
 
Benvenuto! Effettua l'accesso oppure registrati.

SNV Lab
è lieta di presentarvi

Il Codice Civile
e il Codice Notarile


Ero affranto.
Sfogliavo le pagine del codice, ma non mi parlava.
Era un senso di insoddisfazione che provavo ormai da diversi anni.

Il progredire degli studi aveva accresciuto le mie conoscenze giuridiche,
ma il codice che usavo era sempre il medesimo.
Sempre gli stessi richiami.
Sempre le stesse leggi.
Monotono.

Nacque in quel preciso istante — durante una lezione della SNV,
in un tardo pomeriggio del mese di aprile del 2012 — l'idea di creare qualcosa di nuovo.

Di sognare.
Di innovare.
Di provarci.



Il circolo dell'SNV Lab si riunì poco dopo.
Era una sera di aprile.
Un lunedì.

Eravamo vicini a casa mia.
Tra risate, un Tiger e qualche birra Asahi, ci confrontammo sulle idee di base.

Fluirono.
Si stratificavano.
Si adattavano.

Dopo un anno e mezzo di lavoro (e molti caffè),
nacque questo nuovo Codice Civile, frutto di tanti sacrifici.




Vi riporto qui di seguito l'introduzione che il Professore Pietro Abbadessa, ordinario di Diritto commerciale presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha voluto dedicare al Codice civile (che sotto definiamo "Nudo").


     "Il Codice civile che Raffaele Viggiani propone oggi all'attenzione degli studiosi e dei pratici costituisce un'opera decisamente originale nel pur pregevole panorama di pubblicazioni analoghe.

     Non solo, infatti, viene dato conto, sintetico quanto completo dell'evoluzione normativa, delle leggi collegate e del regime fiscale, nonché, ove occorra, delle fonti comunitarie, ma soprattutto viene adottato un sistema assolutamente nuovo di richiami interni, il quale, con appositi caratteri grafici, menziona e tiene distinti i rinvii di sicura applicazione, i rinvii accettati dalla dottrina e dalla giurisprudenza prevalenti (ma non del tutto sicuri), i rinvii rifiutati dall'opinione maggioritaria ed, infine, i rinvii unanimemente esclusi.

     La consultazione del Codice civile di Viggiani consente in tal modo al lettore attento di rendersi conto, con un solo colpo d'occhio, dello “stato dell’arte” articolo per articolo, fornendogli l'indirizzo per gli opportuni approfondimenti.

     Si tratta, in definitiva, di un autentico minicommentario, frutto di un lavoro approfondito ed accuratissimo, che troverà sicuramente l'interesse ed il favore di quanti avranno occasione di consultarlo".
     
     Pietro Abbadessa



Questa, invece, la mia presentazione dell'opera.


     "Ho sempre immaginato il Codice civile come un testo normativo capace di comunicare, di dare voce all'intero sistema del diritto positivo, nonché alle opinioni (prevalenti e non) di dottrina e giurisprudenza.

     I codici che ho utilizzato a partire dal 1995, anno in cui iniziai a studiare Diritto privato presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, apparivano però sempre muti, non in grado di dare sfogo e visibilità alle tesi che il Torrente-Schlesinger indicava come preferibili.

     Ad uno studente alle prime armi non restava che seguire le orme dei glossatori del XII secolo ed iniziare a interpolare il testo normativo, emulando le gesta di Irnerio e ricreando su carta quei collegamenti e ragionamenti che rendono il diritto affascinante.

     Conservo ancora gelosamente quel mio primo Codice, sottolineato, colorato, pieno di glosse ed annotazioni. Lo trovavo addirittura più completo del manuale. Mi trasmetteva quella visione d'insieme che reputo fondamentale per poter studiare il Diritto civile.

     Questa è l'idea che mi ha guidato nel curare la redazione dei richiami e rinvii dell'opera: il sogno utopico di poter racchiudere il sistema all’interno del solo testo degli articoli del Codice civile".

     Raffaele Viggiani



Questa, infine, la mia premessa all'ultima edizione.


     Leccarmi le labbra

     Credo sia un sotterfugio manifesto di attesa
     Mi appare uno sfrontato atteggiamento di sfida contro l’ignoto
     Forse, più banalmente, solo il capriccio di un bimbo che agogna la sua crema fondente
     Sì! Ho proprio iniziato a leccarmi le labbra

     Eppure in quella lingua che percorre le curve del mio sorriso
     Io intravedo un mondo colorato, pieno di pop-corn, gusti frizzanti e luccichii sfavillanti
     Sembra tutto un luna park composto da maschere, rivoltelle e montagne russe
     (Dalle quali non voglio mai scendere)
     Per le quali svenderò ogni avere pur di potermi permettere il biglietto d’ingresso

     Ma quando chiudo gli occhi e immagino le mie lontane stelle
     Intravedo contorni luminosi e pieni di riflesso, che sembrano adattarsi perfettamente al mio respiro
     Scorgo occhi bagnati di rugiada e colmi di sapere, che entrano dentro l’anima e la comprimono fino a farla diventare una poltiglia di lombrichi
     Trattengo quell’enorme desiderio di felicità
     Mi muoiono in gola grida e desideri, repressi e sognati, forse anche solo lontanamente meritati

     A fine giornata rimango da solo con in mano un calice e in bocca ancora il tuo sapore
     Chiudo lentamente i miei stanchi occhi, intravedo in lontananza i passi calpestati di percorsi agognati
     Decido di guardare con la stessa speranza il dolore e la gioia, percorro brividi gelati e inverni che non mi aspettavo
     Ma alla fine, come il ciclico succedersi delle stagioni, scopro che questa è vita, che quel dolore tiene viva l’anima e che la lingua è finalmente arrivata all’altra estremità del mio sorriso.

     Raffaele Viggiani



I Codici sono 2.


Il Nudo è stato pensato come uno strumento innovativo
per chi studia e prepara concorsi giuridici
(in università
e nel periodo post-universitario) e per l'utilizzo nell'attività
di avvocato, magistrato e notaio, nonché per ogni altra professione
in cui serva la consultazione di un Codice civile (ad es. per i commercialisti).

Il Codice Notarile, invece, è stato espressamente pensato
per l'attività notarile e per l'utilizzo nella preparazione
al concorso e durante le prove scritte
.



I punti di forza dei 2 Codici sono il format grafico e tipografico innovativo,
la quantità e qualità dei richiami normativi e la capacità del Codice
di dar conto (nel Nudo) degli orientamenti di dottrina e giurisprudenza,
comunicando al lettore accorto le tesi maggioritarie e quelle minoritarie.



Il Nudo

Perché si chiama "Nudo"?

Perché è un Codice civile senza leggi collegate.

È un Codice civile.
Punto e basta.

Ma non è il solito Codice civile.

Ogni articolo è un mondo a sé.
Ogni articolo parla con il resto del diritto civile.
Ogni articolo vi apre le porte del sistema.

Vi spiego.

All'interno del testo di ogni singola norma sono presente i richiami normativi.
Questi, sono stati scritti da zero.
Partendo dal testo nudo e crudo delle norme.

I richiami, e queste sono le porte del sistema, sono graficamente differenziati a seconda che:
- diano atto di un’opinione consolidata o solo maggioritaria;
- attestino (in positivo o in negativo) l’applicabilità della norma richiamata.

Il Codice vi parla.
Vi indica la strada.
Vi suggerisce i ragionamenti.
Il Codice non è più muto.

Ma non è finita qua.

Il Codice, infatti, presenta sotto ogni articolo:
- i provvedimenti collegati (con indicazione degli articoli
direttamente interessati e, ove importante, del loro testo integrale):
in tal modo, si evita di dover memorizzare gli estremi del provvedimento,
di doverlo andare a cercare (in sostanza: un rinvio normativo collocato
nella posizione in cui il lettore si aspetterebbe di trovarlo
);
- la corretta e completa evoluzione normativa, con indicazione
di ogni singola modifica intervenuta (e con riproduzione del testo
degli articoli anteriore alla riforma del diritto di famiglia, alla riforma
del diritto societario, alla riforma del condominio e alla riforma della filiazione);
- l’antecedente storico (Codice Civile del 1865
e Codice di Commercio del 1882), con riproduzione del testo completo
degli articoli nei casi maggiormente rilevanti;
- il testo delle norme delle Direttive comunitarie di riferimento
in materia di diritto commerciale;
- il rinvio alle norme fiscali applicabili.


Il Codice diventa così uno strumento vivo.
Diventa un testo normativo nuovo, ricco e pieno di spunti.
Diventa il punto di partenza per uno studio sistematico del diritto positivo.



Il Nudo ha un formato di 15x21.

Potrete aprirlo comodamente sulla vostra scrivania.
Avere una visione d'insieme degli articoli che vi interessa approfondire.
L'impatto è impressionante.
Provare per credere.

Carta e caratteri tipografici sono stati accuratamente selezionati per offrire un'esperienza di utilizzo ottimale.

I colori scelti sono un tributo integrale ai colori ufficiali del Cosenza Calcio 1914.
Rosso e blu.



Il Codice Notarile

E poi abbiamo il Codice Notarile.


Ha un formato 15x21: lo stesso del Nudo.
Oltre al Codice Civile, contiene 602 provvedimenti, suddivisi in 97 sezioni.


Inoltre:
- in calce agli articoli del Codice, quando il provvedimento richiamato
è presente tra le leggi speciali, si troverà, di fianco ai suoi estremi,
il simbolo § seguito dal numero cronologico di riferimento,
di modo da consentire una pronta ricerca del provvedimento in questione;
- è stato predisposto un doppio indice cronologico (sintetico ed esteso),
di modo da ampliare le possibilità di consultazione del Codice.

Il colore scelto è il blu.
In due diverse gradazioni: chiaro e scuro.


Anche il Codice Notarile, così come il Nudo, presenta sotto ogni articolo:
- i provvedimenti collegati (con indicazione degli articoli
direttamente interessati e, ove importante, del loro testo integrale),
in tal modo, si evita di dover memorizzare gli estremi del provvedimento,
di doverlo cercare nell'indice delle leggi collegate e, poi, di dover
individuare — in una parte diversa dell'opera — la singola norma
interessata (in sostanza: un rinvio normativo collocato
nella posizione in cui il lettore si aspetterebbe di trovarlo
);
- la corretta e completa evoluzione normativa, con indicazione
di ogni singola modifica intervenuta (e con riproduzione del testo
degli articoli anteriore alla riforma del diritto di famiglia, alla riforma
del diritto societario, alla riforma del condominio e alla riforma della filiazione);
- l’antecedente storico (Codice Civile del 1865
e Codice di Commercio del 1882), con riproduzione del testo completo
degli articoli nei casi maggiormente rilevanti;
- il testo delle norme delle Direttive comunitarie di riferimento
in materia di diritto commerciale;
- il rinvio alle norme fiscali applicabili.

Contiene anche l’innovativa sezione “Fingertips”,
la quale in poche facciate riassume le norme speciali di maggiore applicazione in ambito notarile.

Il tutto è completato da un’ampia selezione di provvedimenti
di interesse notarile
, comprensivi della normativa di
fonte comunitaria
(è presente anche la normativa regionale
in materia di diritti edificatori e di certificazione energetica
),
che rendono finalizzata l'opera opere all’uso per il concorso e per la professione.



I Codici sono aggiornati:
- il Nudo al D.L. 24 agosto 2021 n. 118;
- il Codice Notarile alla L. 16 settembre 2021 n. 126.



I Codici sono disponibili:
- presso qualsiasi libreria giuridica (in particolare, per chi è di Milano, presso la Libreria Alesso, di via Anfossi 9);
- presso Amazon (link per il Nudo e per il Codice Notarile);
- presso il sito dell'editore (link per il Nudo e per il Codice Notarile).




Preziosi, nella genesi di questo progetto, sono stati i notai Guido Brotto e Federico Mottola Lucano, che ringrazio di cuore per la collaborazione prestatami.

Sono inoltre grato a tutti gli altri allievi della scuola che hanno collaborato alla prima edizione: Umberto Accordini, Vincenzo Annarumma, Nizar Ben M’Barek, Giulia Benedetti, Francesca Bruno di Clarafond, Enrico Buono, Giulia Candiani, Rossella Cardone, Ugo Cortese, Andrea Dalle Carbonare, Luca Donegana, Federico Elicio, Grazia Fantoni, Andrea Felicetti, Urbano Franchi, Luisa Galfano, Giuseppe Galiano, Diletta Girardi, Anna Giunta, Danilo Golia, Eleonora Grigolon, Federico Iannello, Cristiano Jus, Giancarlo Maniglio, Giuseppe Marino, Mattia Marino, Maurizio Marsala, Cristiana Martino, Emanuela Motta, Francesco Palazzo, Enrico Paludet, Eleonora Pasquillo, Laura Perina, Francesca Pezzano, Lorenzo Piatti, Francesca Riboldi, Alessandro Sampò, Fabrizio Tellini, Francesca Tessitore, Francesco Turillo, Francesca Trupia, Francesca Vidonis e Giovanni Viterale.

Per le successive edizioni ringrazio i notai Diletta Girardi e Alessandro Narducci.



* Corsi 2022-2023

Clicca qui per leggere l'offerta didattica per l'anno accademico 2022-2023.

* Calendario 2022-2023

Clicca qui per leggere il calendario dei corsi della scuola.

* Dicono di noi

Clicca qui per leggere i feedback dello scorso anno accademico 2021-2022.

* Chi siamo

Clicca qui per leggere un piccolo curriculum della scuola e dei docenti.

* Argomenti recenti

Nessun inserimento trovato.

SimplePortal 2.3.3 © 2008-2010, SimplePortal