Autore Topic:  Giorno 1 - Traccia concorso IV - 24 maggio 2023  (Letto 9624 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Raffaele Viggiani

  • Amministratore
  • *****
  • Post: 13.429
  • "Mi piace" ricevuti: 13884
Giorno 1 - Traccia concorso IV - 24 maggio 2023
« il: 24 Maggio 2023, 18:14:10 »
Traccia Concorso
Inter Vivos - 24 maggio 2023


     I due fratelli Primo e Secondo, entrambi coniugati in regime di comunione legale, hanno ricevuto con atto di donazione a rogito del dottor Romolo Remo, notaio in Roma, in data 23 marzo 2015 in parti uguali tra loro, dai genitori Mevio e Filana, due fabbricati (A e B) ciascuno con annessa corte pertinenziale, siti in Roma, via Gioberti n. 5 e 7, mentre il fratello Terzo non ha ancora ricevuto alcunché.
     Ancora in vita i genitori, Primo e Secondo, hanno proceduto a dividere i beni donati con atto del medesimo notaio in data 15 febbraio 2022, con attribuzione a ciascuno di un fabbricato con annessa corte pertinenziale. Nell'atto di divisione, a rogito del medesimo notaio, per mera dimenticanza non è stato indicato il titolo edilizio abilitativo della costruzione del fabbricato assegnato a Primo (titolo edilizio correttamente enunciato nella donazione).
     Si dà atto che:
     1) era stata costituita da Primo ipoteca volontaria sulla propria quota indivisa a rogito del notaio Romina Romoli;
     2) in sede di divisione era stata costituita una servitù di passaggio, a favore del bene assegnato a Secondo e a carico del bene assegnato a Primo, in previsione della realizzazione di un fabbricato da edificare sull'area pertinenziale del fabbricato di Secondo.
     Nella divisione era stata convenuto un conguaglio in favore di Primo ed uno a carico di Secondo, già corrisposto in sede di divisione.
     In relazione a tale divisione sono state curate tutte le formalità di legge.
     Secondo intende alienare a Sempronio (sordomuto, ma capace di leggere e scrivere) il bene a lui assegnato e la moglie di Secondo è disponibile a intervenire nel relativo atto.
     Anche il fratello Terzo è disponibile a intervenire nel relativo atto pur senza prestare garanzia di alcun tipo, qualora possa tutelare l'acquirente, contro eventuali azioni che Terzo potrebbe esperire in futuro.
     L'acquirente intende acquistare l'appartamento solo a condizione che:
     1) la divisione stipulata l'anno precedente risulti valida ed efficace;
     2) sia tutelato dalle conseguenze di eventuali future azioni promosse nei suoi confronti da Terzo.
     Inoltre Sempronio intende essere garantito sulla servitù come sopra costituita sul fondo oggetto della presente vendita e che il prezzo pagato venga consegnato a Secondo solo dopo che il notaio abbia verificato l'inesistenza di formalità preesistenti pregiudizievoli gravanti sul bene in oggetto, prima della trascrizione della vendita.
     Al riguardo, Secondo e Sempronio sono d'accordo che se dovessero risultare formalità pregiudizievoli, da un lato le somme versate saranno restituite dal notaio a Sempronio e, dall'altro, la proprietà ritornerà alla parte venditrice.
     Il candidato, assunte le vesti del dottor Romolo Romani, notaio in Roma, con studio in Roma, alla via Aurelia n. 619, indaghi la volontà delle parti e rediga il relativo atto.
     Nella parte teorica illustri le soluzioni adottate e tratti della divisione con particolare riguardo alla natura del conguaglio, anche in regime al riferimento al regime patrimoniale tra i coniugi; dell'omessa menzione dei titoli edilizi comunque esistenti; e delle eventuali garanzie da prestare all'acquirente di immobili da provenienza donativa; della servitù di un vantaggio futuro.



Per commentarla, clicca qui... :)

 


SimplePortal 2.3.3 © 2008-2010, SimplePortal